Ispirato da una considerazione di Filippo Corti, ho deciso di ripristinare la visualizzazione di tutti gli articoli scritti nel corso di questi 5 anni su questo blog. Il 7 Aprile 2010 avevo cancellato tutti quanti i post precedenti , ed ero ripartito da zero. Inoltre un anno fa avevo nascosto altri articoli. Tutto questo perchè mi vergognavo un po di quel passato; era un web diverso da oggi, e io seguivo le mode di allora. Ho realizzato che invece non c’è nulla da deplorare , e quindi adesso su questo dominio trovate 187 articoli , che spaziano da considerazioni personali, news tecnologiche, buffonate ecc…
È stato difficile trovare il backup giusto nella giungla dei miei archivi dropbox (nota per me, fare una bella pulizia), ma con un po di impegno ho ripristinato tutto, ad esclusione di ciò pubblicato nei primi 4 mesi del 2010, ma dovrebbero essere 3-4 articoli massimo.
Un articolo che vi consiglio di leggere è questo, è un’intervista a Kiro , uno dei blogger più famosi in Italia, che intervistai nel 2009, agli albori della bloggosfera tecnologica italiana, e grazie a questo post ho raggiunto il record di visite di tutti i tempi , ben 1000 contatti. A suo tempo ero pieno di speranze per questo sito, ma ho realizzato nel corso degli anni che io non so scrivere, non ho questa passione, e questo spazio serve solo a farmi immaginare quanto sarebbe bello essere l’amministratore di un grande blog, per poter modificare a piacimento il design e le funzionalità.

**********
IMG_0152

Lo scorso giugno Apple annunciava, nel corso dell’annuale conferenza per gli sviluppatori, la nuova versione di iOS, il sistema operativo per iPhone, iPod Touch e iPad, iOS 7.

Questo è il primo aggiornamento di un sistema operativo Apple dopo i cambi al vertice dello scorso Novembre, ovvero da quando Scott Forstall, VP (Vice Presidente ,ndr) per lo sviluppo di iOS rassegnò le sue dimissioni, probabilmente obbligate dal buco nell’acqua causato dalla nuova App predefinita per le mappe sviluppata da Apple stessa.

La direzione di questo settore è stata affidata quindi a Jony Ive, il VP del Design dell’azienda, che quindi è passato a dirigere tutta la filiera del design Apple, dal prodotto Hardware alla UX del sistema operativo.

In soli 10 mesi si è provveduto a cambiare radicalmente l’interfaccia grafica di tutto il prodotto, mantenendo però le solide basi che hanno portato gli iPhone al successo che hanno oggi.

Questa “non-recensione” giunge alla fine di una prova di mesi e mesi , passata per 6 Beta , che termina oggi con gli aggiornamenti di tante applicazioni di terze parti.

Skeumoke?

L’epoca Forstall/Jobs è stata etichettata negli ultimi tempi come un era “Skeumorfica”. Si è parlato tanto di questo Skeumorfismo ma cosa è realmente?

skeumorfismo

Fondamentalmente questo approccio al design prevede l’imitazione di oggetti reali nella loro controparte digitale. Se dobbiamo creare una applicazione per la registrazione audio, non c’è niente di meglio che usare l’immagine di un mangianastri (termine non particolarmente conosciuto da chi è nato nella seconda parte degli anni 90). E questo stile si notava moltissimo in tutti i sistemi precedenti alla versione 6. Addirittura le applicazioni Apple per iPad trovavamo rubriche in finta pelle, carta per prendere appunti ecc…

Oggigiorno la tendenza non è più questa; non c’è nessun designer con un certo gusto che preferisca questa tipologia a un design minimale, curato , e basato sui testi. Una scritta al posto di un bottone, un cerchietto al posto di una sfera e cosi via.

Il primo sistema operativo a scegliere questa tendenza è stato Windows Phone, la risposta di Microsoft all’imposizione sul mercato mobile di Google e Apple; senza dubbio WP è l’esempio che un designer minimale deve seguire, anche se, a mio parere, tutto è portato all’estremizzazione, e questo fa perdere molti punti al sistema di Redmond.

Google con la sua interfaccia HOLO ha scelto un approccio migliore, a mio avviso, poichè a un buon design ha aggiunto un rinnovo quasi totale del suo stile grafico su tutte le piattaforme e formati (desktop , app per iOS), ma il suo sistema pecca notevolmente per lo store , dove troviamo app in generale davvero poco coerenti con il sistema su cui sono state costruite.

Apple invece ha scelto un altra strada , che a mio avviso è quella vincente.

Slide to unlock

IMG_2120[1]

 

Appena aperto un dispositivo con iOS7 ci troviamo subito in questo nuovo mondo. Una schermata di attivazione bianchissima, con solo del testo a guidarci , e qualche icona molto stilizzata. E poi una lockscreen a tutto schermo: addio ai pannelli che facevano da sfondo alla barra di sblocco e all’orologio , ora è lo sfondo stesso a fungere da pannello inferiore. E questo non vale solo per la schermata iniziale ma per tutto il sistema.

Questi effetti sono molto presenti in tutto il sistema, poichè tutta l’interfaccia è strutturata su più livelli.Aprendo la rinnovata app Telefono si può notare che, provando a comporre un numero , il colore di ogni “bottone” scomparirà una volta premuto, lasciando spazio a una trasparenza che ci permetterà di vedere il nostro sfondo di sistema.

Alla base come detto è presente lo sfondo della home; successivamente troviamo un livello applicativo , dove vengono inserite o le icone delle app ( se siamo nella springboard ) , oppure le applicazioni se sono in esecuzione.

IMG_2122[1]

Infine , over the top , troviamo i due menu, Notification Center, e la novità di questo sistema , Control Center. Attivando uno dei due , con uno swipe ,rispettivamente verso il basso e verso l’alto, comparirà questo menu a scomparsa dove non esiste uno sfondo. Essenzialmente il sistema prende il livello sottostante , lo sfoca , e sopra inserisce i vari testi e linee che compongono il menu.

E’ un metodo semplice, ma che amalgama tutto il design , e ci da anche un certo controllo su ciò che accade nell’app in esecuzione mentre stiamo controllando uno dei due menu; se state inviando un messaggio, potete aprire il control center per accendere il bluetooth, e vedrete nello sfondo , in modo molto sfocato , come il messaggio , contenuto in un box verde/blu, sale verso l’alto della schermata fino a quando non viene inviato.

Inside the apple

Per capire meglio le novità di iOS7 possiamo aprire una qualunque app di sistema. Infatti nessuna app tra quelle che vengono predefinite , quali note, telefono, e impostazioni, sono state esentate da questo cambiamento di stile, giustamente.

Apple per meglio aiutare gli utenti ha deciso che ogni suo servizio venga contraddistinto da un colore particolare. La musica da un colore rosato , il calendario dal rosso, la bussola dal nero e bianco, il telefono dal verde, i messaggi dal verde e blu , ecc…

Le funzioni di ogni singola app sono pressappoco identiche a quelle precedenti , ma il tutto è inserito in un contesto che permette un utilizzo migliore da parte degli utenti.IMG_2123[1]

Molti potranno dire “è cambiata solo la grafica” , ma qualunque sviluppatore sa che la grafica conta quanto , se non di più , di un buon sviluppo , sennò non si spiegherebbe come linux , che ha una potenza mostruosa sotto il cofano, sia sempre un sistema sottoutilizzato dalla maggior parte degli utenti. Lo è perchè non tutti vogliono usare righe di comando e menu strani. L’utente medio cerca immediatezza, e per questo Windows e OSX dominano il mercato.

In verità tantissimo è cambiato sotto il cofano di iOS , ma i frutti di questo lavoro si vedranno solo da qui a qualche mese.

Under the bite

Io tendo a considerare il periodo che si prospetta davanti a noi alla pari di quello dopo il lancio di iPhone OS 2.0 ( fino alla versione 4 iOS veniva chiamato da Apple stessa iPhone OS); ovvero un periodo in cui tutti si affacciavano alle API fornite dal sistema, ma che nessuno sfruttava a dovere.

Tantissime sono state le app create nei primi anni di iOS , ma nessuna era “complessa” alla stregua di un programma per sistemi Desktop. Solamente negli ultimi anni i developer hanno capito a fondo il sistema, e ci hanno regalato prodotti di rara bellezza.

Federico Viticci , uno dei migliori scrittori di review e analisi sul mondo apple, ha raccolto in questi anni sul sito Macstories.net tantissime analisi su questo nuovo modo di sviluppare, e vi consiglio vivamente di leggere i suoi articoli Featured, che sono delle perle in un mondo pieno di blog incosistenti.

Ora a distanza di 5 anni ci ritroviamo nella stessa situazione: ci sono un sacco di possibilità offerte dal sistema ma solamente alcune app già le sfruttano a dovere, e nei prossimi mesi avremo vette di eccellenza in questo campo , ne sono sicuro.

designed-for-ios-7

Su App Store già possiamo trovare una sezione dedicata alle app ottimizzate per iOS7 , e che possiamo testare a fondo per farci un’idea del futuro. Facebook e Twitter hanno già aggiornato le loro app, e posso già assicurarvi che sono 100 passi avanti a quelle precedenti.

Forse la novità maggiore che porta questo aggiornamento è un maggior controllo sulle applicazioni scaricate: ora può essere implementata la possibilità di aggiornamento in background delle app, cosi da non ritrovarci più 50 aggiornamenti da scaricare.

Ugualmente possono essere aggiornati pure i contenuti delle stesse app, attraverso un sistema di notifiche: per esempio, ci arriva la notifica di un nuovo commento su Facebook; in precedenza avremmo dovuto cliccare il link , si sarebbe aperta la app , e avremmo dovuto aspettare tanto tempo per poter vedere il contenuto. Ora invece , se ben implementato , il sistema aggiorna automaticamente il contenuto della app per far si che una volta cliccata una notifica potremo accedere direttamente ad esso.

In futuro potremo vedere app che caricano una foto su uno specifico servizio, o social network, una volta scattata, attraverso un sapiente uso di tutte le api messe a disposizione dall’SDK della Apple

And now?

In conclusione forse avrete notato che non sono andato a fondo nel recensire iOS7. Questo perchè internet è pieno di articoli scritti per ricordare ogni singola novità presente.

Il mio scopo era solo di scrivere qualche riga con la mia opinione su questo nuovo corso nel mondo dei dispositivi mobile di Apple.

E io non posso che essere felice per questa nuova versione del sistema. Ho aspettato per anni che Apple si desse una svegliata e di sicuro questa è una bella scossa nel concorrenziale mondo dei sistemi mobile. Però non è tutto oro quello che luccica.

Di sicuro mi sarei aspettato altre novità , come una possibilità di scelta per le app predefinite di sistema (per esempio io non uso safari perchè chrome mi permette un sync su tutti i miei dispositivi che siano Pc, Mac, o iPhone), o come la scelta delle funzioni da inserire in Control Center ( io non uso la modalità aereo , avrei preferito scegliere se mettere quel toggle o quello per il 3g o per la localizzazione).

hero_hero_mba_11

Inoltre oggi gli 800€ per un iPhone 5s sono eccessivi in un mercato dove ottimi prodotti android si possono trovare a 350€ (qualcuno ha detto Nexus?). E l’iPhone 5c è una non risposta , poichè è stato inserito ad un prezzo abbastanza fuori mercato.

Apple non può fermarsi qui, bisogna continuare a migliorarsi, ma sono sicuro che sarà cosi nei prossimi anni.

Quello che sta salvando questo sistema dall’avanzata di Android non è lo sviluppo della casa di Cupertino. iOS viene salvato ogni giorno da quei fantastici sviluppatori che si mettono in gioco per fornirci app belle, e funzionali, per ogni nostra azione.

Sviluppatori che dobbiamo ricompensare. Tantissimi hanno rilasciato in queste ore aggiornamenti gratuiti per le loro applicazioni, cambiando radicalmente l’interfaccia, regalandoci una applicazione praticamente nuova. Pensate a loro quando scegliete di comprare qualcosa dall’app store. 1-2-5 euro sono il prezzo giusto per un qualcosa che può migliorare la nostra produttività , come per un bel gioco che può farci passare momenti morti in allegria.

Se siete i classici possessori di iPhone che hanno speso 700€ e poi non aggiornano il giorno stesso alla nuova versione del sistema perchè non c’è il jailbreak necessario per piratare i giochini o whatsapp , be , questo non è un post per voi.

Nello store sono presenti applicazioni anche di 20€, come Omnifocus, ma che valgono fino a ogni centesimo speso. Pensateci la prossima voltà che vorrete comprarvi un nuovo device. A voi l’iPhone non serve a nulla, potreste benissimo comprarvi un telefono da 300€ con android, dove potrete trovare gli stessi giochi gratuiti, e le stesse app che usate ogni giorno.

Se comprate un iPhone per fare queste cose non fate altro che regalare soldi in beneficenza ad Apple.

Se volete trovare invece una community bellissima, molto attiva, compratevi il prossimo iPhone, anche il 5s. La scelta sta a voi.

pXUsV

Perchè in fondo la differenza tra Android e iOS sta qua, non nell’apertura o meno del sistema. La differenza è che i supporter di Android non fanno altro che parlare e confrontarsi su come rootare un telefono , su come installare la distribuzione migliore e su come scaricare APK.

Gli altri invece discutono di come portare avanti la bandiera delle belle applicazioni, discutono ore e ore su Twitter su come migliorare quella piccola imperfezione che c’è nella beta in sviluppo da mesi sul loro Mac.

Gli altri sono quelli che bloccano il mondo di internet al lancio del nuovo sistema o di un nuovo prodotto. Sono quelli che scrivono un libro di 170 pagine dopo aver recensito una app per 4 mesi; sono quelli non cercano di modificare in tutti i modi la base del loro dispositivo perchè non va bene la disposizione delle icone, ma quelli che fanno di tutto per aggiungere vari “moduli” al loro sistema, chiamati “App”.

Ed è questo quello che amo di iOS.

**********

Durante questa settimana è stato lanciato pure in italia spotify, il servizio nato in svezia qualche anno fa , che oggi è leader mondiale nello streaming di musica.

Io uso spotify da questa estate, attraverso vari “tracchiggi” , e l’unico cambiamento per me è semplicemente la possibilità di pagare il premium in modo più facile, e la comparsa di moltissime canzoni italiane, prima inesistenti sui server di spotify.

Sinceramente pensavo che l’adozione da parte degli italiani sarebbe stata molto lenta, e non proprio profonda; invece dopo una settimana ogni volta che apro spotify trovo la mia timeline piena di amici che ascoltano musica, e che usano playlist.

Ma a cosa si deve tutto ciò? Io penso sinceramente all’effetto “curiosità su facebook” , ovvero : quando si sente una canzone su spotify , viene pubblicato sulla propria timeline di facebook la copertina dell’album con un tastino per riprodurlo. Moltissime persone ,  curiose di sperimentare questa funzionalità , hanno scoperto spotify in questo modo.

Sono molto felice, perchè tutto ciò significa che gli italiani non sono affatto restii alle novità digitali, quindi tutto quello che si dice sugli italiani e internet sono solo CAZZATE

**********

Nel corso degli ultimi 5 anni l’iPhone è stato il mio “compagno” in tutte le mie giornate, però la sua età incomincia a farsi sentire..

Un articolo su leganerd sintetizza tutto ciò che vorrei nel prossimo futuro da iOS. Le uniche cose che mi trattengono su questa piattaforma sono la perfetta integrazione con il mio macbook, e la stupenda community piena di sviluppatori stupendi di cui non potrei fare a meno ( oltre ai 200-300€ spesi in applicazioni in questi anni).

**********

Non so voi ma non sentivo parlare di cybernetica da almeno 5-10 anni.

La creazione di questa ennesima accozzaglia di poltrone e cose a caso ci fa capire perchè a momenti abbiamo i computer a manovella in italia

**********

Stasera Matteo Renzi è tornato in TV , alle invasioni barbariche su LA7.

Mi vien da pensare come siamo potuti passare da un mese e mezzo, da un uomo che fa il più bel concession speech della storia italiana, a un manipolo di stupidi acchiapavoti che ci prendono per il culo.

Spero ,per il nostro paese, di non dover pagare nei prossimi anni per gli errori commessi dai conservatori e testardi del pd il 2 Dicembre.

**********

Vi presento un nuovo progetto a cui sto lavorando da parecchi mesi, ovvero lo studio della grafica responsive e la creazione di un mio nuovo workflow.

Nell’ultimo anno la moda piu diffusa su internet è adattare i propri siti web a seconda della piattaforma utilizzata, poichè oggigiorno ci sono tantissimi dispositivi con risoluzioni e metodo di controllo totalmente diversi, che non erano manco immaginabili quando furono create le specifiche HTML e CSS.

Il template

Grazie a HTML5 e CSS3 oggi possiamo sviluppare dei template adattabili per ogni gadget tecnologico in commercio, che siano iPhone, iPad, Desktop , Dispositivi Android, ecc…

Potete voi stessi connettervi qui su http://www.giorgioromano.it attraverso qualsiasi cosa in vostro possesso per verificare. Oppure ridurre semplicemente la finestra del vostro browser se mi state leggendo tramite un pc o un mac.

Come potete vedere inoltre c’è un nuovo formato per le immagini importanti.

Il logo

Oltre a ciò oggi cambia pure il logo. La prima volta ho realizzato un logo per http://www.giorgioromano.it è stato poco dopo il lancio, nel Dicembre 2008 , e quel logo , bruttissimo, è stato il primo logo da me disegnato..non che tutt’ora sia bravissimo a disegnare, però in confronto quelli fatti oggi sono dei capolavori.

confrontologhi

Successivamente nel corso del 2010 ho modificato quel logo rendendolo un po in 3D, ma non è stata una modifica sostanziale.

Il logo invece di oggi scardina totalmente quelli precedenti e si presenta senza una immagine distintiva, ma è semplicemente del testo rielaborato, come di uso comune nel web di oggi. Le due parole Giorgio e Romano sono stilizzate in modo di sembrare dei cavi un po tondeggianti, un po spigolosi, che alla fine interconnettono le due parole. Anche la paletta di colori cambia, e diventa più viva, invece dell’azzurro e grigio precendente, parecchio slavati.

Markdown

Inoltre da oggi tenterò di scrivere i miei post attraverso il linguaggio Markdown. Per chi non lo conoscesse è un linguaggio che attraverso varie sequenze di carattere mnomonici permette di scrivere un testo leggibile e chiaro senza nessuna formattazione; infatti i file markdown sono dei file di puro testo (come il .txt).

Per esempio il carattere # permette di indicare un elemento di tipo H1 , due ## intendono un H2 , i * servono per testi in italic o di tipo bold, e cosi via.. potete trovare maggiori informazioni Sul Blog di Linuz 90 che anzi ringrazio per l’aiuto datomi su twitter, seguitelo , ve lo consiglio :).

Detto ciò vi saluto , e spero di poter dedicare più tempo a questo spazio sul web, grazie anche al nuovo workflow creatomi, ma di questo parleremo la prossima volta.

**********

Oggi pare che in italia sputino come funghi movimenti e simpatizzanti del fascismo

Il Fascismo per me è un qualcosa che ha lati chiari e lati scuri, ci sono tante cose positive e negative allo stesso tempo, come qualsiasi parte della storia, ma non avrei mai voluto vivere in quei anni perchè non mi piacciono le dittature, come alla maggioranza delle persone, anche se ritengo che la democrazia è imperfetta perchè da potere agli ignoranti e lo toglie a chi ha un metro di giudizio migliore (“più pane, meno tasse, più figli” è il tipico motto di chi vuole avere voti in democrazia). Ma se potessi osservare quel periodo in modo distaccato, come solo un osservatore onniscente mi piacerebbe (come del resto il periodo dell’antica roma).

Mi domando cosa si pensasse di grandi imperatori o dittatori del passato 70 anni dopo la loro morte , e dopo quanto il passato diventa storia e si può fare critica storica
possiamo noi oggi giudicare in modo oggettivo Stalin, Mussolini, Fidel Castro(che poi è ancora vivo) , e tutti i personaggi del 20esimo secolo?
chissà cosa pensavano i persiani 70 anni dopo la morte di Serse, o i popoli del mondo 70 anni dopo la morte di Attila o Gengis Khan. Qui in italia ancora non l’ho capito

**********

Come tutti saprete domani, Domenica 25, si vota per queste benedette primarie del centrosinistra.

Chi vi parla ha sulle sue spalle solo una esperienza politica, le Regionali Siciliane di un mese fa. Chi vi parla non ha mai manco preso in considerazione di votare alle primarie della sinistra, poichè non riesce a poter pensare di votare un partito ancorato al 20esimo secolo come il PD attuale.

Ma ciò nonostante domani , questo ragazzo di 19 anni, si metterà in fila. Si metterà in fila per decidere di cambiare qualcosa, per scegliere un candidato premier che lo rispecchi. E quel candidato è Matteo.

Perchè uno che al contrario di me milita nel PD da tanti anni dovrebbe votare Matteo? Io penso che tutti noi dovremmo cercare di andare avanti, di scegliere il meglio per il nostro paese indipendentemente dal suo credo politico, e dalle sue idee; e il meglio che c’è in Italia oggi è Matteo.

Certo non sarà perfetto, ma è un politico che non guarda al passato, ma solo al futuro. Un politico che immagina un paese avanzato tecnologicamente e culturalmente. Un politico che dice “sono cattolico ma penso al bene di tutti”. Un politico che ascolta le nostre proposte, che se sono buone vengono messe nel suo programma.

Certo qualcuno penserà “Berlusconi faceva questo effetto 20 anni fa” , oppure “Fa promesse a vuoto”. Per carità potrebbe anche essere vero, ma perchè non dargli una possibilità di dimostrare che lui prende le cose seriamente? perchè dovremmo dare un voto a una persona che sicuramente non manterrà le promesse al posto di una che non ci ha mai dato alito a critiche per promesse non mantenute(Matteo)?

Quindi rifletteteci su. Domani prendete la vostra tessera elettorale, uscite la Carta Di Identità dal vostro portafoglio, cercate qui il vostro seggio , e andate a votare per un uomo di 37 anni che può cambiare il paese. Non aspettate un minuto di più per cambiare il nostro paese, facciamolo,insieme, ADESSO!

**********

Ieri sera un uomo, di un metro e ottanta di altezza, stava seduto sul bordo di una piccola navicella, sull’orlo dello spazio, a 39.000 m di altezza.

Ieri sera un uomo che può correre al massimo a 43 Km/h si è buttato da lissù e ha raggiunto 1.24 Mach  , 1519 Km/h.

Ieri sera un diciannovenne ha capito come si dovevano sentire i suoi genitori il 20 Luglio 1969 , quando Neil Armstrong mise piede su quell’ammasso di roccia.

Certo non possiamo paragonare i due avvenimenti, in fondo Felix Baumgartner ha fatto una cosa facilmente replicabile da chiunque abbia soldi e fisico e pazzia. Non ha fatto fare nessun balzo in avanti all’umanità. Ma la sensazione di vedere un uomo fare qualcosa di mai visto , ovvero sfondare il muro del suono, è una sensazione strana, che ti fa immedesimare in lui.

Io spero che l’impresa di Felix dia nuovo slancio all’esplorazione della terra e dello spazio; in un momento di crisi come questa dobbiamo investire su ciò perchè l’esplorazione permette di dare lavoro a tante persone, di scoprire tante cose utili per la nostra vita, di allargare i nostri orizzonti , e di far fare un balzo incredibile alla tecnologia.

La corsa alla Luna negli anni 60 diede un notevole impulso alla ricerca e alla costruzione dell’oggetto dal quale vi sto scrivendo , il Computer. Ma ci ha donato nuovi materiali , come il velcro, ci ha permesso di ottimizzare la costruzione di oggetti a tenuta stagna ( entrambi grazie alle tute spaziali), ha permesso di conoscere in ogni stante la nostra posizione, di comunicare più velocemente con il cugino che sta in antartide, insomma ha migliorato la nostra vita.

Quindi grazie Felix per aver, forse e spero, risvegliato la voglia dell’umanità verso l’esplorazione , come testimoniano i milioni di spettatori collegati tramite le tv o youtube(che è andato in crash per un traffico superiore alle aspettative).

Grazie a nome di tutti.

I know the whole world is watching now. I wish you could see what I can see. Sometimes you have to be up really high to understand how small you are… I’m coming home now.

**********