Per alcuni sarà un ricatto poiché devono spostarsi di città a 50 anni
Per alcuni sarà una gioia perchè potranno rimanere ad insegnare nella scuola dove già sono.

Ma oggi sono stati assunte altre 50.000 persone , che sarebbero potute rimanere a vita per la strada, che non avevano nessuna certezza di avere un lavoro, e che non so come hanno fatto a rimanere per anni ed anni ad aspettare chissà cosa.

I lavoratori privati non hanno questo diritto, c’è un sacco di gente che non sa come arrivare a fine mese, tanti elemosinano il lavoro, tanti non vengono pagati manco dopo 6 mesi, quindi non sputate nel piatto perché voi almeno lo avete.

Si poteva fare di più? Certo, una volta stabilizzato chi ne ha il diritto, bisogna raddoppiare la paga degli insegnanti, rivalutarli ogni 3-4 anni per capire chi è in grado di insegnare o meno, creare accountability. C’è bisogno di Trasparenza.

Le proteste odierne su Twitter mi hanno dato da pensare.

Quello che chiede la maggioranza di questo paese sono rivoluzioni che non nascono in un giorno, ed il problema dell’Italia è che nessuno è più disposto ad aspettare. Un po come la protesta dell’acqua a Messina.

Tutti oggi vogliono l’acqua nella nostra città, ora e subito.
Ed Invece io dico che sbagliano, bisogna volere che ora e subito si cominci a lavorare per migliorare la situazione, protestare perchè non ci si può bagnare in questo momento è stupido.

Se un ingranaggio si rompe bisogna aspettare tutti i passaggi intermedi prima che il motore si riaccenda.

Questa è l’Italia, il paese dove tutti reclamano, un paese di disillusi
Abbiate speranza ed educazione, insegnatela, diffondetela, reclamatela, e solo così non avremo più bisogno di aspettare, perchè tutto sarà già stato fatto.