Per chi se lo fosse perso, per chi non l’ha mai letto, per chi è interessato ecco a voi la mia guida alla tv americana  buona lettura;)

Al giorno d’oggi le nostre TV sono, a tutte le ore del giorno, piene di format importati dagli altri paesi, Spagna, Francia, Inghilterra,ma soprattutto USA.

Ormai la produzione Italiana di show seriali per la TV è in netto calo, sia di numero sia di qualità. Inoltre per effetto della globalizzazione si guarda sempre più all’estero, e non solo nel campo audiovisivo.

Noi giovani ormai siamo tutti, chi più chi meno, fan dei telefilm e della patria di essi: l’America; ma pochi sanno come nasce uno di questi prodotti o come viene gestita la televisione oltreoceano.

Innanzitutto bisogna dire che, sull’altra sponda dell’Atlantico, i telefilm, vengono chiamati TVSeries, il termine telefilm sembra di origine inglese ma è un’invenzione italiana. Questi show sono divisi in due generi, molto distanti tra di loro:  Comedy: ovvero tutti i prodotti dedicati comici o dedicati alle famiglie, tra cui “How I Met Your Mother” e “Two Man & Half(Due Uomini e Mezzo)”, e Drama: tutti quegli spettacoli drammatici ,o perlomeno che seguono un filo logico di una trama ben strutturata, come “House M.D.” o “Lost”, a quest’ultimo gruppo possono appartenere diverse sottocategorie tra le quali:

i TeenDrama, prodotti adolescenziali come “Gossip Girl” o “One Three Hill”;

e gli SciFi ovvero fantascienza, per esempio “Heroes” o “Smallville”.

Questi Generi comunque possono fondersi in alcune occasioni creando prodotti misti come i Comedy-Drama, o per esempio gli TeenSciFi.

Continua dopo il salto

Tutte le aziende che trasmettono questi prodotti non sono  proprietarie dei canali. Infatti marchio e prodotti sono di proprietà di aziende private (broadcaster), che non hanno capacità trasmissiva; i canali locali vengono reclutati dai grandi networks per trasmettere per 12-14 ore al giorno i propri programmi, le restanti ore vengono coperte direttamente dalla proprietà del canale locale “affittato” che trasmette così telegiornali locali, o prodotti acquistati a parte da altri produttori, come film o programmi esteri, detti programmi in syndication.

Non esistono in America canali pubblici generalisti come la RAI; infatti c’è solo un canale di servizio publico, la PBS, che manda in onda prevalentemente servizi e programmi utili ai cittadini come documentari, inchieste e interviste.

I maggiori broadcaster sono:

FOX(House MD, Fringe, 24): Generalista /Sportivo;

ABC(Lost , Grey’s Anatomy ): Generalista;

NBC(Chuck , Law & Order): Generalista/Sportivo;

The CW(Gossip Girl , One Tree Hill , 90210): TeenDrama/SciFi;

CBS(CSI,How I Met Your Mother, The Bing Bang Theory): Generalista/SitCom.

Ecco come vengono realizzate le puntate delle nostre serie preferite:

Ogni anno i Network a causa dei buchi lasciati dalle pause dei telefilm devono riempire degli spazi a Dicembre, Marzo,e in Estate. Alcuni buchi sono riempiti da repliche, altri dai pilot.

I pilot non sono altro che le puntate 0 delle nuove serie televisive, che i broadcaster hanno in previsione di mandare in onda nella stagione successiva.

Se viene riscontrato un discreto successo, vengono “ordinati” una dozzina di episodi , per coprire la stagione autunnale. In caso di mantenimento degli ascolti viene modificata la scaletta delle puntate, e sono ordinati altri episodi per coprire lo show fino a maggio. Questa è una situazione tipica, però non tutte le serieTV vanno in onda per un anno intero, alcune sono trasmesse solo nei primi mesi dell’anno, o solo nella stagione autunnale, questo anche se sono serie rodate.

Comunque indifferentemente dal tipo di show, dal fatto che sia un pilot o meno, tutti i Drama e Comedy hanno un “creatore” ovvero colui che è a capo degli autori, nonchè ideatore della serie. Di solito il suo nome viene mostrato vicino al logo nella sigla di testa. Il più importante ideatore di serie al momento è,probabilmente, J.J. Abrams , padre di serie come Lost, e Fringe.

Questa figura è circondata da altri autori, non meno importanti, che lo aiutano nella stesura del copione di ogni singola puntata. La produzione infatti comincia con una riunione dei producer e degli autori che stabiliscono le basi dell’episodio o degli episodi(infatti se siamo a inizio o a fine stagione , si possono accorpare due o più puntate per creare una premiere,ovvero una serata dedicata interamente ad una sola serie).

Un altro gruppo di autori,curerà la stesura delle battute, sempre supervisionati dal creator. Di solito il copione completo,che viene letto ad ascoltatori selezionati, per avere subito un feedback, alla presenza dei main characters” , autori, producer e director, è in media lungo 40 pagine. Più o meno una per ogni singolo minuto della puntata. Una volta fatto tutto ciò,dopo due settimane di lavoro si passa alla vera pre-produzione, ovvero gli addetti si occupano di stabilire i giorni e orari delle riprese(la Schedule), chiamare gli operai, ottenere i permessi, riunire gli attori, e soprattutto di trovare le comparse e le guest-star, che vengono selezionate attraverso il  casting call, un casting al quale possono partecipare solo degli attori, o comparse, che hanno determinati requisiti, come etnia di orgine, o particolori abilità.

Fatto tutto ciò finalmente si passa alla produzione,che avviene in set sia interni ed esterni. Tutti i network possiedono propri studi, dopotutto è Hollywood,dove ci sono centinaia e centinaia di studi cinematografici, soprattutto perchè spesso ogni broadcaster è collegato ad una casa di produzione di telefilm (FOX-20TH Century ; NBC-Universal); ma in alcuni casi si possono affittare gli studi delle concorrenti per via di alcuni spazi, o attrezzature che non si possiedono nei propri studi. Questo vale sia i Drama e sia per i Comedy, ma i primi hanno molte più riprese all’esterno  o nei piccoli studi per il Chroma-Key.

Un esempio è Lost che veniva girato interamente alle Hawaii, in un’isola ormai meta di pellegrinaggi, dove venivano usati alberghi e case private per fare le scene in interna, senza usare studi appositi, e le spiaggie incontaminate per fare le esterne, come per la famosa scena dell’incidente.

Tutte le puntate sono girate con una sola unità di ripresa, raramente infatti si svolgono più riprese contemporaneamente e non si segue affatto l’ordine cronologico della puntata. Tutto dipende dalle location in comune tra le scene.

Inoltre, tutti gli attori stanno sempre dietro le quinte anche quando non devono girare, per aiutare gli altri a interpretare meglio la parte. Questo perché tutte le scene in cui è ripreso un solo attore vengono girate da sole, senza una seconda telecamera che riprende il dialogo, in modo da poter applicare tagli migliori e poter gestire meglio le luci.

Sul set è facile veder girare delle persone che annotano e filmano tutti: sono gli script supervisor che controllano come gli attori si attengono al  testo e soprattutto se non ci sono differenze tra una scena e l’altra, i bloppers. Inoltre si possono notare molto spesso insegnanti(per gli attori minorenni), allevatori di animali(quando sono presenti per esempio scimmie,cani ecc…), oltre a esperti in effetti speciali e inquadrature che aiutano il regista.

Comunque tutti i video sul set, eccetto quelli del backstage, sono ripresi ancora oggi in pellicola, che presenta una qualità simile al digitale, ma con costi leggermente più bassi. L’inconveniente è il dover smontare la cinepresa ogni 10-15 minuti di girato per poter sostituire la pellicola.

L’audio viene ripreso con le giraffe, ovvero lunghe aste, che si vedono sempre nei backstage presenti su internet, o negli extra dei  DVD , che permettono di usare un microfono direzionale senza che esso sia messo in una posizione visibile sul st. L’audio è chiaramente registrato in formato digitale su degli hard-disk.

Ogni sera tutto ciò che è stato girato durante il giorno viene mandato in dei laboratori a Hollywood , dove si passa la pellicola in digitale, ed entro 24 ore questi video vengono mandati, già sincronizzati con l’audio, agli editor del telefilm, che incominceranno a fare delle bozze di montaggio.

A questo punto, quando tutti i “Dalies”, il nome di questi video giornalieri, vengono sviluppati e montati a dovere , per la puntata incomincia una trafila di tagli  aggiustamenti e approvazioni. In ordine: editor’s cut, director’s cut, producer’s cut, network’s cut, arrivando così alla puntata definitiva.

Una puntata generalmente  passa 2 Settimane in montaggio(lo stesso tempo impiegato dalla troupe per girare) e una settimana per tutte le approvazioni.

La puntata ritorna quindi nei laboratori , come lista di tutti i frame da prendere dai dalies, e viene trasportata su file e ded elaborate, un  lavoro di 10 ore circa. Nel frattempo l’audio viene mandato in un’altro studio per pulire le varie sporcature,  togliere i rumori, regolare i livelli dell’audio e inserire la musica.

Il video , ora in alta definizione, passa alla color correction, ovvero un processo di aggiustamento per livellare lo stile delle immagini, la gradazione dei colori, insomma per rendere il video perfetto esteticamente. Per questi processi occorrono 2-3 giorni. Inoltre, sempre in questa fase di modifica, si applicano la maggior parte degli effetti speciali meno complessi(gli altri erano stati già aggiunti con l’editor’s cut), e vengono, inoltre, aggiunti i titoli.

I titoli sono una parte molto importante della produzione nelle TV americane. Essi vengono decisi dall’associazione degli attori, degli sceneggiatori, e dal network. Tutti devono avere un proprio spazio nei credits, e in base alla percentuale di lavoro svolto, ogni settimana gli autori citati cambiano, l’unico sempre inserito è il creatore della serie. I titoli comunque vengono posti in modo da non distrarre l’attenzione dalla scena, ma al tempo stesso in modo che si leggano perfettamente.

Una volta che la puntata esce dai laboratori citati , viene visionata un’ultima volta,e infine vengono realizzati tutti i formati necessari per i mercati(16:9, 4:3, per il WEB, HD, SD ecc.),  inoltre, una copia viene mandata a tutte le stazioni televisive della rete per essere trasmessa prima a New York, poi nel centro degli States, e infine in California,vista la differenza di fuso orario presente nel continente americano.

Comunque per poter dare una pausa agli attori,e per poter avere più tempo per scrittura e montaggio di solito le produzioni si fermano a Dicembre e a Marzo per 1-2 Settimane.

Quindi per ogni puntata occorrono in media:

  • 2 settimane per il copione
  • 1 settimana di pre-produzione
  • 2 settimane di riprese
  • 2 settimane di editing
  • 1 settimana di approvazione
  • 1 settimana di color correction e finalizzazione
  • 1 settimana di pulizia, titolazione e rilascio nel formato finale

2 mesi e mezzo di lavoro,per un costo di 2 Milioni di Euro circa.

Si spera così ogni che d’ora in avanti quando vi gusterete, o in TV o sul vostro computer, una puntata della vostra serie televisiva preferita, ne apprezzerete la cura che i nostri “amici” americani impiegano per poter far avere in tutto il globo queste fantastiche opere di intrattenimento.