Primo appuntamento con la nostra serie NextOS,e per innagurarla parliamo del prossimo OS di casa Microsoft,il Windows 7,erede di Vista,acclamato da tutti come il sistema operativo che potrà risollevare la casa di bill Gates.

Da molti considerato un “Service Pack di Vista” vista la notevole somiglianza,sotto sotto il nuovo SO è cambiato,ed è più vicino a un osx o ubuntu che siaL’istallazione del sistema operativo,è ancora macchinosa e lunga,anche se molto meglio di quella di vista,mentre il boot cambia lo stile stesso dell’apertura di windows,poichè è presente solo un logo in movimento che una volta riunificato completa il caricamento,tutto questo in maniera più veloce degli scorsi OS di microsoft.

Le novità grafiche sono veramente importanti..infatti dopo 20 anni di storia la taskbar va in pensione,essendo sostituita da una barra più funzionale,che presenta ora solo i loghi dei programmi,in maniera migliore;per esempio ora WLMessenger non ha più l’omino a fine barra,ma semplicemente il suo logo una volta aperto funge da menu.

Non c’è più il tasto desktop,sostituito da un rettangolino a fine barra per richiamare la schermata principale.

Scomparsa pure la barra laterale,odiata in vista,mentre i widget esistono ancora,anche se nascosti,accessibili tramite un tasto(scopiazzatura OSX inside 😛 ndr)

Passando a lato protezione troviamo finalmente un windows defender nuovo;niente più situazioni drammatiche di vista,niente più applicazioni bloccate,falsi virus,blocchi di sistema ecc…

A Livello di filesystem non è cambiato niente,ma si aspettano novità dal punto di vista dell’integrazione con internet che sarà un punto chiave di questo nuovo sistema.

Ci Saranno Le solite 5-6 Versioni diverse,il lupo perde il pelo ma non il vizio..

Aggiornamenti ai primi di Aprile,quando presumibilmente sarà rilasciata la prima release candidate,e lì potremo testarlo a fondo….