Scrivo quest’articolo dopo la mezzanotte di una domenica qualsiasi, anzi non qualsiasi, oggi è un giorno magico il 10/10/2010; domani dovrò andare a scuola ma non mi preoccupa il fatto che avrò troppo sonno;probabilmente questo post non lo leggerà nessuno , anzi sicuro, visto che in un mese il sito ha ricevuto una sola visita, e sarà tempo sprecato. Probabilmente ormai Giorgio Romano.IT è uno dei soliti indirizzi morti. Ma io non desisto , voglio rendere utile questo mio spazio , questo mio ipertesto, questo mio indirizzo comprato con sudore e desiderio.

Purtroppo la valia manca, il tempo no, ma senza la prima il secondo non sai come impiegarlo; mi mancano stimoli , ma non gli argomenti. Vorrei scrivere di tante belle cose, ma non ci riesco. Tenterò di farlo ma non lo prometto, già troppe volte ho giurato di riscrivere qualcosa, di interessare a qualcuno, e ora non voglio essere più un truffatore.

Sono entrato nel mio ultimo anno di scuola. Il Quinto Liceo…sembrano passate vite da quando il primo giorno di liceo entrai nel magico mondo di internet; si perchè quel giorno , quando mi attivarono l’ADSL, finalmente capii cosa era il computer e che potenzialità aveva, e che fascino imponeva su me. Sono passati ormai 4 Anni da allora, ora mi accingo a finire la mia adolescenza, a compiere un passaggio, un passaggio alla vita vera, all’università e alle responsabilità.

Sarà un anno difficile che spero di potervi raccontare. Ho fatto tante cose durante gli ultimi mesi, mi sono divertito come non mai, ma ho incominciato a guardare pure indietro. Vedere tutti gli amici che compiono 18 anni, passare l’ultima estate senza pensieri, e varcare per l’ultima volta per la prima volta all’anno la porta del mio liceo, il Seguenza; trovare una fantastica fidanzata a cui voglio tanto bene, veder crescere mio fratello , anche lui entrato al liceo, e pensare che ancora non ho deciso cosa fare nel mio futuro. Non lo nego, è stato un periodo anche con qualche problema, un periodo un pò strano, con diverse nuove cose da affrontare, ma che ho risolto nel migliore dei modi. Chi mi conosce sa.

Questa è la mia vita per ora, spero di potervela raccontare, si alzi il sipario, si apri un portone, questo sono me, e solo di me e dei miei pensieri vorrò parlare.

P.S. come al solito potete vedere i miei aggiornamenti sul mio twitter o sulla mia pagina di facebook

P.S. 2  l’immagine di testa rappresenta il mio luogo di riflessione ideale